Immunoenzimatica e Virologia

MARCATORI TUMORALI

I marcatori tumorali sono sostanze che vengono sintetizzate negli organismi che presentano patologie neoplastiche. Tali sostanze vengono rilasciate nel circolo ematico e rappresentano un valido aiuto, associato ad altre indagini strumentali, nella diagnosi e nella prognosi di alcuni tipi di tumore e nella loro eventuale recidiva.
Sebbene i marcatori tumorali forniscano molte informazioni utili, essi presentano anche delle limitazioni:
  • Molti marcatori tumorali sono elevati anche in presenza di patologie non neoplastiche;
  • Alcuni marcatori sono specifici per un certo tipo di tumore mentre altri sono presenti in molti tipi di tumori;
  • Non tutte le persone affette da un certo tipo di tumore hanno necessariamente il relativo marcatore tumorale elevato;
  • Non tutti i tumori sono associati a marcatori tumorali.

Di conseguenza, i marcatori tumorali non possono essere utilizzati per fare diagnosi di tumore; per alcuni tipi di cancro possono però fornire informazioni cliniche utili che però devono essere valutate in associazione alla storia clinica del paziente, agli esami fisici e anche ad altri test di laboratorio e di diagnostica per immagini.

Alfa fetoproteina

Neoplasie associate
cancro al fegato, ovaie e testicoli
Note:
Elevata anche durante la gravidanza ed in corso di epatite cronica e acuta

Beta-2-microglobulina

Neoplasie associate
Mieloma multipli, leucemia linfatica cronica ed alcuni linfomi
Note:
Elevata anche in altre patologie, come quelle renali

Beta-hCG

Neoplasie associate
Malattia trofoblastica gestazionale, tumori a cellule germinali, coriocarcinoma
Note:
In fase gestazionale il suo aumento è fisiologico ed è utile per monitorare la gravidanza nelle fasi iniziali.

CA15-3

Neoplasie associate
Mammella
Note:
Elevato anche in altri tipi di cancro, incluso il cancro al polmone, alle ovaie e anche altre patologie benigne del seno, l’endometriosi, l’epatite.

Ca19-9

Neoplasie associate
Pancreas, dotti biliari, cistifellea, stomaco e colon
Note:
Elevato anche in altre patologie non neoplastiche: endometriosi, pancreatite, in presenza di ostruzione dei dotti biliari e nella malattia infiammatoria intestinale.

Ca 125

Neoplasie associate
ovaie
Note:
Elevato anche in neoplasie a carico dell’endometrio, delle tube di falloppio e peritoneali o in patologie non neoplastiche come l’endometriosi, la malattia pelvica infiammatoria, la presenza di fibromi uterini o la gravidanza.

Ca50

Neoplasie associate
tratto digerente, del pancreas, del fegato, delle vie biliari, del rene, della vescica, dell’utero e della prostata
Note:
In condizioni non neoplastiche può essere incrementato nelle cirrosi epatiche e nelle pancreatiti. I fumatori hanno livelli lievemente superiori della norma

Ca72-4

Neoplasie associate
Ovaie, polmone, colon, mammella, stomaco, pancreas
Note:
In condizioni non neoplastiche può aumentare nel morbo di Crohn e in alcune patologie mammarie

Calcitonina

Neoplasie associate
carcinoma midollare della tiroide
Note:
Può aumentare in alcuni carcinomi polmonari, mammari e apudomi. Al di fuori del quadro neoplastico si possono avere aumenti di CT in caso di pancreatici, insufficienza renale, sindrome di Zollinger-Ellison e nell’anemia perniciosa.

CEA

Neoplasie associate
Colon retto, pancreas, polmone, mammella, ovaio, midollare della tiroide e altri tipi di cancro
Note:
Elevato in Artrite Reumatoide (AR), epatite, COPD, colite, pancreatite e nei fumatori.

Cromogranina A

Neoplasie associate
Tumori neuro-endocrini (tumori carcinoidi, neuroblastoma)
Note:
E’ maggiormente sensibile per i tumori carcinoidi

Cyfra21-1

Neoplasie associate
tumori polmonari del tipo NSCLC (Non Small Cell Lung Carcinoma)
Note:
E’ utile nel monitoraggio della malattia e della risposta alla terapia. Valori oltre la norma possono essere dovuti a cause non neoplastiche, come alcune patologie benigne polmonari associate a infezione acuta

D-DIMERO

Neoplasie associate
mammario, polmonare e cervicale
Note:
La sua correlazione nei confronti dell’invasione delle strutture linfatiche e nel processo coagulativo

HE-4

Neoplasie associate
tumore ovarico
Note:
E’ spesso usato in associazione con il CA 125.

NSE

Neoplasie associate
carcinoma polmonare
Note:
Utilizzato nella stadiazione, l’individuazione di recidive e monitoraggio della terapia.
Valori in lieve aumento possono essere presenti anche in malattie polmonari non neoplastiche
.

PAP

Neoplasie associate
Tumore prostata
Note:
Non si utilizza per la diagnosi precoce del tumore, ma per il controllo della risposta alla terapia o della progressione in tumori disseminati.

PSA

Neoplasie associate
Tumore prostata
Note:
Può essere aumentato anche in condizioni non neoplastiche: prostatiti, infiammazioni della prostata e nei ciclisti.

PSA FREE

Neoplasie associate
Tumore prostata
Note:
Nei soggetti con un PSA aumentato consente di discriminare tra patologie benigne o neoplastiche

TIREOGLOBULINA

Neoplasie associate
Recidive post operatorie dopo ablazione totale della tiroide
Note:
Utile nel follow up post operatorio.

TPA

Neoplasie associate
in quasi tutti i tumori solidi ed in particolare in tumori come il cancro della mammella, capo-collo, ovaio, polmone, tumori dell’apparato digerente e delle vie urinarie
Note:
Il TPA è alquanto aspecifico e più che rappresentare un marcatore di una patologia tumorale è da considerare un indice di proliferazione cellulare. Dunque, per la sua aspecificità, è più utile nel follow-up tumorale più che nella diagnostica..

Prenotazione esami domiciliari
Tel. 0823 711074

Prenotazione Elettrocardiogramma
Tel. 0823 711074

Per tutte le informazioni
Tel. 0823 711074

Dove
siamo